Chiudi

    LO SCIOGLIMENTO DEI GHIACCIAI CI FARÀ MORIRE DI SETE?

    L’acqua che beviamo quotidianamente proviene, in larga parte, da una fonte di alta montagna. Il sistema funziona più o meno in questo modo: la neve cade, riempie il serbatoio e poi si scioglie molto lentamente (impiega molti mesi).

    Purtroppo, a causa del surriscaldamento globale, le alte montagne si stanno riscaldando più velocemente della media del pianeta; le temperature sulle cime dell’Himalaya, per esempio, sono aumentate di quasi 2 gradi dall’inizio del secolo, rispetto a una media planetaria di solo 1 grado.

    “L’acqua cambierà quasi sicuramente”, afferma Wouter Buytaert, idrologo dell’Imperial College di Londra. “Quindi il prossimo passo è pensare a cosa si può fare, a come le comunità possono essere rese più resilienti. È necessario essere creativi e trovare altre soluzioni per compensare una parte della perdita di riserva d’acqua”.


    Fonte: National Geographic